Ankon d’Oro 2015 ufficialmente al via con “Aspettando l’Ankon d’Oro”, cena di gala a Colle Ameno

Darsi da fare per l’organizzazione e la buona riuscita di un festival teatrale, a volte, significa anche dare libero sfogo alla fantasia, alla ricerca di modi originali e divertenti per parlare dell’iniziativa a più gente possibile, al tempo stesso divertendo, intrattenendo e perché no, raccogliendo anche qualche soldino a favore del festival stesso… che non fa male, visti i tempi 🙂

Con questi obiettivi e da un’idea di uno dei membri dello staff(e), è partita ed è andata in porto con ottimo successo l’idea della cena di raccolta fondi per l’Ankon d’Oro 2015, che si è svolta sabato 14 marzo 2015 nella bellissima sala Benedetto XVI della Domus Stella Maris a Colle Ameno, Ancona. C’è voluto tempo, fatica, coordinamento perfetto tra i membri dello staff(e) ed aiuto da parte di amici e parenti; ma alla fine, ce l’abbiamo fatta ad avere nostri ospiti alla cena quasi 80 persone, alle quali abbiamo potuto raccontare in un contesto conviviale e piacevole cos’è l’Ankon d’Oro – Premio Carlo Urbani e perché è importante che la nostra città ospiti un festival teatrale di livello nazionale.

È stata una serata bellissima, divertente, rilassante e estremamente interessante anche perché, oltre a chiacchierare di teatro, il teatro è stato anche parte integrante del menu della serata; e così, tra un antipasto, un primo, un secondo e i dolcetti, i numerosi commensali intervenuti hanno “gustato” anche alcune letture brillanti scelte tra grandi autori italiani ed internazionali (da Benni a Fazio, da Campanile a Woody Allen, passando per Gaber e Carl Valentine) eseguite da alcuni attori provenienti da compagnie teatrali del territorio.

Scopo secondario, ma non troppo, della serata era anche raccogliere un po’ di fondi per il festival; e anche in questo caso il successo è stato completo, in quanto le donazioni raccolte durante la serata ci permetteranno di spesare una delle 5 compagnie che verranno ad Ancona per l’Ankon d’Oro. Niente male davvero!

Tra i nostri ospiti di sabato abbiamo avuto il piacere di avere tra noi anche una nutrita rappresentanza dell’AICU, l’Associazione dedicata alla memoria di Carlo Urbani, in particolare la signora Giuliana Chiorrini, vedova di Carlo, e Tommaso, uno dei figli, presidente dell’AICU, oltre ovviamente a Federica Cirilli Bernardini nella doppia veste di presidente FITA Marche e membro del direttivo AICU. A tale proposito, saremo lieti di ricambiare il favore partecipando, ed invitando caldamente tutti voi, alla cena solidale a tema africano “Le mani tese di Carlo”, che si terrà sabato 28 marzo a Villa Borgognoni a Jesi (tutti i particolari nel sito AICU a questo link).

Ancora una volta grazie a tutti gli amici e commensali che sono intervenuti sabato a Colle Ameno; una bella serata e una testimonianza di simpatia ed affetto nei confronti del nostro e vostro festival che non può che riempirci di gioia, soddisfazione ed entusiasmo!

E non finisce qui… 😉

cena1

 

12 Condivisioni

LEAVE A COMMENT