Amorosi Teatro Festival

image003 

La biblioteca comunale Carmen Romano e l’amministrazione comunale di Amorosi (BN) promuovono la prima edizione di una singolare rassegna teatrale che privilegia una location insolita e un tema classico quasi archetipico, sebbene rivisto in chiave assolutamente contemporanea. “L’anima non può esistere senza la sua altra parte, che si trova sempre in un TU”. Jung

amoTe, Amorosi teatro festival, è una sollecitazione all’incontro con un teatro “povero” e autentico; un cortile di un centro cittadino che diventa luogo della rappresentazione, della scena. La quotidianità che si misura con l’eccezionalità, la finzione teatrale che entra nella vita reale.

L’idea è quella di raccontare storie attraverso il teatro che diventa pratica collettiva, sociale perché aiuta la condivisione dell’emozione, dell’esperienza, del vissuto. Un rito collettivo che aiuta a recuperare il senso dell’esistenza perchè dà espressione allo sfogo, al vuoto, al pieno, al silenzio nell’azione dell’attore che ripropone la difficile relazione con l’altro e con il mondo. Le storie d’amore e di libertà saranno conflitti, separazioni, ritorni, affanni e identità che si rivelano attraverso le voci di Anna Pavignano che racconterà il suo diario di vita con Massimo Troisi; di Rosaria De Cicco che si confronterà con i difficili ruoli delle donne e della compagnia Claet che porterà in scena il 4 luglio alle ore 21:00 uno psicodramma di coppia: Xanax di Angelo Longoni

1 Condivisioni

LEAVE A COMMENT