2016 un anno che ricorderemo a lungo. Chissà perché!

2016 un anno che ricorderemo a lungo. Chissà perché!
  • Sarà per il record di premi nazionali vinti: solo quest’anno ben 15!
  • Sarà per i KM macinati sia per terra, che mare che per aria! Circa 15.000
  • Sarà perché abbiamo recitato in parti d’Italia che mai avevamo avuto la fortuna di conoscere e frequentare prima di quest’anno, isole piccole e grandi comprese
  • Sarà per le innumerevoli amicizie che abbiamo stretto da nord a sud e da est ad ovest della penisola
  • Sarà per tutto quello che abbiamo visto ed imparato
  • Sarà per tutto quello che abbiamo trasmesso e per quanto c’è stato dato in cambio
  • Sarà perché nella nostra vita anche quest’anno non c’è stato solo “il lavoro” (quello che ci serve per pagare le bollette per intenderci)
  • Sarà perché ancora, dopo quasi 30 anni, inseguiamo il sogno di recitare, almeno una volta all’estero e un’altra al teatro delle Muse della nostra Ancona
  • Sarà perché, per ben due volte, abbiamo vinto Festival in cui hanno gareggiato nel nostro medesimo cartellone anche compagnie professioniste
  • Sarà perché abbiamo la fortuna di rappresentare un testo (Oh Dio mio!) che meriterebbe (da solo) di diventare patrimonio dell’umanità
  • Sarà perché la passione per il teatro, con il passare degli anni invece che scemare aumenta.
  • Sarà perché comunque sembra sempre più difficile andare avanti
  • Sarà perché conquistato il “Marche in…atti” quest’anno, rappresenteremo la nostra regione Marche nella finale nazionale del gran premio Fita del 2017
  • Sarà perché, finalmente, abbiamo individuato la nostra prossima sfida
  • Sarà perché ancora abbiamo date e richieste di rappresentare per i prossimi mesi
  • Sarà perché abbiamo creato un pubblico piccolo piccolo tutto nostro che ci vuole bene e ci accompagna in tutta Italia
  • Sarà perché, forse, siamo ancora capaci di suscitare emozione
  • Sarà perché su certe questioni del mondo del teatro abbiamo aperto gli occhi
  • Sarà perché alcuni di noi hanno vissuto momenti davvero difficili
  • Sarà perché nonostante l’inagibilità della nostra sede storica per frana, il pericolo crolli di quella “nuova” a causa del terremoto e con il rischio di finire in mezzo ad una strada, abbiamo ancora voglia di provare
  • Sarà perché stiamo per entrare nel 2017 in cui soffieremo sulle nostre prime 30 candeline
  • Sarà perché guardando indietro ci sembra tutto così lontano, eppure così a portata di ricordo

Chissà cosa sarà di preciso.

L’unica cosa certa è che il 2016 non lo dimenticheremo facilmente.

I nostri migliori auguri di buone feste a tutti.

wfweg

8 Condivisioni

LEAVE A COMMENT